Alla scoperta delle sigle DOC e DOCG

Pubblicato : 27/02/2020 11:03:15
Categorie : @MondoColderove

Alla scoperta delle sigle DOC e DOCG

Quante volte avete sentito parlare di vini DOC o DOCG ma senza conoscere la differenza tra queste categorie? #MondoColderove vi porterà alla scoperta di alcune “sigle” legate al mondo del vino per fare chiarezza e imparare a riconoscerle.

Cosa significa DOC?

La sigla DOC è l’acronimo di “Denominazione di Origine Controllata” e indica tutti quei vini che sono prodotti con uve raccolte in una determinata zona.

Un vino DOC è prodotto con caratteristiche ben precise e segue una disciplina di produzione approvata con un decreto ministeriale. In questo decreto vengono stabiliti parametri come il tipo di territorio, vitigno, resa e tipo di lavorazione necessari per ottenere un vino DOC.

La sigla DOC garantisce quindi la provenienza del vitigno e di conseguenza anche la qualità del prodotto.

Cosa significa DOCG?

Legato alla sigla DOC, spesso si trova la sigla DOCG, acronimo di “Denominazione di Origine Controllata e Garantita”, e viene attribuita ai vini che sono stati almeno 10 anni tra i DOC.

Per diventare DOCG, il vino, oltre a essere stato per almeno 10 anni DOC, deve superare delle analisi chimiche - fisiche - organolettiche e un test sensoriale da parte di una commissione di esperti che si accerta il rispetto delle discipline di produzione.

Colderove propone diversi vini DOC e DOCG, sia fermi che frizzanti, come il prosecco superiore DOCG, il Prosecco Legatura e Spumante DOC e l’Accordo Pinot Grigio Veneto DOC.

Conoscendo le varie sigle legate al mondo del vino si può brindare con maggiore consapevolezza…

In alto i Calici!

In evidenza si notano i sigilli DOC (azzurro) e DOCG (marroncino)

etichette doc e docg

Posts correlati

Condividi questo contenuto